Buonumore


    Beato chi sa ridere di se stesso....non finira' mai di divertirsi!

    Abbiamo pieno rispetto della religiosità di tutti. Riteniamo però che il miglior metro di misura sulla serietà della propria fede e della propria libertà interiore sia saper ridere anche delle proprie credenze. Di fatto chiunque appartenga o studi un gruppo o un personaggio che si avvale di tecniche coercitive o abuso psicologico, sa benissimo che si può ridere del mondo intero ma non del leader. Il leader infatti non ha MAI una personalità serena e pertanto non può accettare che si sappia sorridere di lui o dei suoi insegnamenti. Usare dell'umorismo e dell'ironia è il modo più dirompente per fare fronte al plagio.


  • La cosa più strana, circa l'avvenimento di cui hanno parlato i giornali e che va sotto il nome di rivolta delle sette, è che essa era stata fissata per le sei. Ma in realtà poteva esser fissata per un'ora qualsiasi, poiché per sette s'intendeva non l'ora, ma le associazioni segrete che pullulano in quel paese. Sette, plurale di setta. Purtroppo, finché c'è una sola setta, tutta va liscio; ma, quando esse cominciano a moltiplicarsi, si salvi chi può. E questa fu causa non ultima dei guai a cui andò incontro il moto insurrezionale. Difatti gli organizzatori fissarono la sommossa, come detto, per le sei del pomeriggio. Ora comoda, né troppo presto né troppo tardi, che permetteva a tutti di parteciparvi senza scombussolare né l'orario d'ufficio né quello della cena. I congiurati si passarono la voce, come è buon uso nelle congiure; e del resto non si può fare diversamente in questi casi, e bisogna farlo con le dovute cautele. Un congiurato, passando accanto a un altro, mormorava in fretta, senza guardarlo, per non dar nell'occhio agli altri passanti: « Ci vediamo alla rivolta delle sette ». L'altro credeva che alludesse non alle associazioni, ma alle ore. Né, del resto, poteva stare a domandare spiegazioni, anzi doveva filar via come niente fosse. Cosi pure, si svolgevano dialoghi di questo genere: « Anche tu fai parte della rivolta... ». « ... delle sette, sì. » E i capi facevano circolare l'ordine: « Domani, tutti alla rivolta delle sette! Nessuno manchi». Conclusione: la maggior parte dei congiurati si presentò alle sette invece che alle sei. Voi capite che, in una faccenda di questo genere, un ritardo può esser fatale. Determinò il fallimento. Fu per questo che, in un successivo tentativo, l'ora della rivolta fu fissata, a scanso d'equivoci, per le sette. Col che gli organizzatori ottennero che, nominando soltanto il moto sedizioso, si diceva contemporaneamente anche l'ora per cui era fissato e, d'altro canto, dicendo l'ora, si indicava anche a quale moto si alludeva, con evidente risparmio di tempo e di spesa, per tutto quello che si riferisce a stampati, circolari, ecc. Alcuni più pignoli dicevano: « La rivolta delle sette delle sette ». Ora bisogna sapere che le sette, in quel paese, erano una ventina, ma alla rivolta partecipavano soltanto sette di esse, e non fra le più importanti. Quindi fu necessario dire: «La rivolta delle sette sette», oppure: «La rivolta delle sette sette delle sette». Ciò anche quando, prevalendo la tendenza unificatrice, le sette si ridussero a sette. Ogni setta era composta di sette membri, i quali erano chiamati i sette delle sette sette, e il loro moto sovversivo si chiamò la rivolta dei sette delle sette sette delle sette. La cosa grave è che c'era un'altra rivolta, o meglio una contro-rivolta, un movimento reazionario, insomma, i cui promotori nulla avevano a che fare con la prima e anzi erano contro di essa e contro ogni setta. Disgraziatamente questi, ignorando che l'altra rivolta era fissata per le sette, fissarono per la stessa ora anche la loro. Non vi dico quello che successe fra i congiurati delle due parti, che fecero confusioni tremende, sicché gli antisette finirono fra le sette, verso le sette e mezzo, e le sette, fra gli antisette alle sette. La contro-rivolta si chiamò la rivolta delle sette degli antisette contro la rivolta dei sette delle sette sette delle sette. In attesa che essa scoppiasse, i congiurati giocavano a tressette. E questi giuochi passarono alla storia come i tressette della rivolta antisette delle sette, contro quella dei sette delle sette sette delle sette. Un caso curioso avvenne quando uno dei sette congiurati della rivolta delle sette contro quella dei sette delle sette sette, giocando al tressette verso le sette, si fece un sette ai pantaloni: e questo si dovette chiamarlo il sette del tressette d'uno dei sette della rivolta antisette delle sette contro quella dei sette delle sette sette delle sette. (Racconto di Achille Campanile su http://www.ridere.it/index.php/racconti/9-la-rivolta-delle-sette).

    Vai all'inizio


  • Power Point sulla creazione e della donna PPT

    Vai all'inizio


  • SOFTWARE AUTOINSTALLANTE PER RICEVERE NUOVI INTENDIMENTI. Il C.D. che vi è sempre vicino è lieto di annunciare la nuova versione 3.05 dei nuovi intendimenti, incluso quello dei 144Mila (vedi riferimenti Torre di Guardia 1 Maggio 2007 31). In questa nuova release sono stati corretti tutti i bug precedenti, che creavano in alcuni di voi “crisi di coscienza”. Questo nuovo software è compatibile con qualsiasi TdG, per quelli che hanno già versioni precedenti non è necessario reinstallare il software ma solo aggiornarlo, per i nuovi TdG si consiglia l’installazione completa con tools incorporati, se a fine installazione avete ancora dubbi sui nuovi intendimenti vi consigliamo di riformattarvi. Normalmente il reset e l’auto formattazione ed installazione neurale la ricevete automaticamente dal C.D. mediante le riviste e le adunanze, ma potrebbe essere necessario installare questo software per completare l’azione. Chi non è in possesso del software può aggiornarsi direttamente su internet basta collegarsi mediante un modem da collegare dove non posso dirvi in questa sede, la larghezza di banda dipende da voi, c’è chi c’è l’ha larga e chi stretta “la banda” e pertanto impiegherà +/- tempo per l’installazione, alla fine dell’installazione sentirete un forte dolore seguito da un bip.

    Vai all'inizio


  • LO SWATCHTOWER - Ultima novità dalla casa Swatchtower: questo orologio è la fine del mondo, fidatevi di noi.

    Vai all'inizio


  • PROTEZIONE DAGLI EFFETTI COLLATERALI DELLA LUCE FULGIDA - Da oggi in poi risolti tutti i problemi riguardanti gli effetti collaterali della luce fulgida, come dermatiti, scottature, …

    Vai all'inizio


  • Santone in brodo di cervello - Purtroppo per preparare questo prelibato piatto orientale è necessario un cervello molto grasso, di cui però i soggetti prescelti spesso non sono dotati. Ripulire con cura il corpo del santone dalla folta peluria e lavarlo approfonditamente per eliminare ogni spiacevole retrogusto di "vita naturale" (quella senza toillette). Si deve immergere il trancio di carne in un grosso tegame con acqua, dado vegetariano, un cane vecchio e malandato ed il grosso cervello grasso. Scartare il bastone, le vesti colorate, gli anelli ed i santini da combattimento. Cuocere su legno del Gange in località ad esso adiacente (ma senza servirsi delle sue acque, che potrebbero far cambiare completamente gusto a questa delicata pietanza). Prima di assaporare recitare un salmetto o, per i più raffinati, un salmone. Non è richiesta la conoscenza della lingua Indù. - (tratto da 12 racconti per cucinare carne umana di Marco Cavicchioli)

    Vai all'inizio


  • Vignetta

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • di don Giovanni Berti

    Vai all'inizio


  • Durante un raduno ecumenico, arriva trafelato un usciere che grida: "Al fuoco, al fuoco, l'edificio sta bruciando!" I Francescani si radunano e cantano le lodi di frate focu. I Battisti gridano "Presto, portate l'acqua!" I Quaccheri ringraziano per la benedizione del fuoco. I Luterani affiggono 95 tesi dichiarando che il fuoco è totalmente corrotto. Gli Ebrei mettono un segno sulla porta perché il fuoco non li tocchi. I Lefebvriani urlano che è la giusta vendetta di Dio. Gli Ortodossi dicono che non lasceranno che il fuoco occidentale invada il loro territorio. Gli Anglicani formano una processione e lasciano la comunità per non pagare tasse a Roma. Gli Scientisti dimostrano che non c'era alcun fuoco. I Pentecostali aspettano che il fuoco arrivi sulle loro teste. I Domenicani radunano un capitolo che deve nominare un delegato il quale indice una commissione per studiare il fenomeno scientificamente. I Benedettini si mettono all'organo e scrivono un nuovo brano musicale in gregoriano "Rustici sic utuntur ad focum". I Carismatici cantano le lodi del fuoco spirituale. Opus Dei pensa che è un attentato di Dan Brown. I Neocatecumenali davanti al fuoco che incombe confessano i loro peccati pubblicamente. I Salesiani insegnano a non avere paura del fuoco. I Paolini mandano un giornalista che descrive l'incendio. I Gesuiti fanno passare un cestino per raccogliere fondi e pagare i danni...

    Vai all'inizio


  • di p. Angelo

    Vai all'inizio


  • Un giorno un tale chiede a un gesuita: "Perché voi gesuiti rispondete sempre a una domanda con un'altra domanda?" E il padre: "Chi le ha detto questa falsità?"

    Vai all'inizio


  • MEDITARE STANCA

    Vai all'inizio


  • Un prete diocesano, un domenicano, un francescano e un gesuita si trovano a un ritiro in cui devono parlare del loro più grande peccato segreto. Inizia il parroco: "Io, devo ammettere, ho una fidanzata, la vedo di tanto in tanto, stiamo un po' insieme e dopo riesco a fare il parroco con più gioia" Poi il domenicano: "Io spesso ho dubbi di fede, non credo ai dogmi fondamentali del cristianesimo, al primato del papa di Roma". Indi il francescano: "Io non riesco a vivere la povertà, mi piace il denaro e lo spendo spesso senza criterio" Infine il gesuita: "Mi dispiace per voi, il mio più grande peccato è non sapere conservare i segreti degli altri..."

    Vai all'inizio


  • Scienzati di fama internazionale hanno scoperto recentemente che per quelli che seguono la dieta vegetariana ci sono serie ripercussioni alla loro salute e forma. Ecco, nella foto sopra, sostengono, come diventano la maggioranza di loro dopo tanti anni di vegetarianesimo!

    Vai all'inizio


  • Un benedettino, un domenicano, un francescano e un gesuita vanno al mare e decidono di fare una gita in barca. Ma la barca urta uno scoglio e pian piano inizia ad affondare. Sfortunatamente, il mare intorno era infestato dagli squali e alcuni di questi si avvicinano pericolosamente alla barca. Il domenicano, certo del suo carisma di predicatore, inizia a pronunciare un'omelia agli squali sulle bellezze della carità cristiana e sulle gioie che provano i vegetariani. Ma presto uno squalo ateo si avvicina e lo inghiotte in un boccone. Il benedettino inizia a cantare un salmo in gregoriano che parla del Signore che spezza il capo del Leviatano, il mostro marino biblico. Ma gli squali non sanno il latino e lo divorano. Il francescano, ricordando S. Antonio da Padova che parlava ai pesci e il Cantico delle Creature di S. Francesco, eleva a Dio una lode per Fratello Squalo, ma arriva la Sorella dello squalo che se lo mangia. Arriva il turno del gesuita, il quale vista la situazione disperata, si era raccomandato a Dio e aveva chiuso gli occhi. Ma, soprendentemente, gli squali anziché attaccarlo, lo sollevano delicatamente sul muso e, nuotando a pelo d'acqua, lo portano al sicuro sulla spiaggia più vicina. Il gesuita, non capacitandosi del fatto, chiede spiegazioni al capo squalo. Il capo risponde "Beh, sai... rispettiamo i colleghi..."

    Vai all'inizio


  • Quali sono i punti comuni tra domenicani e gesuiti? Ambedue furono fondati da spagnoli (S. Domenico Guzman e S. Ignazio di Loyola), ambedue avversarono gli eretici (rispettivamente, i domenicani lottarono contro gli Albigesi e i gesuiti contro i Luterani ) Quali sono i punti che differenziano i domenicani e i gesuiti? Avete mai incontrato un Albigese in giro?

    Vai all'inizio


  • Un protestante, un testimone di Geova e un gesuita si incontrano a un convegno mondiale sulla pace e... ovviamente iniziano a litigare. All'improvviso compare davanti a loro un angelo che dice loro che può realizzare un desiderio per ciascuno, con lo scopo di non farli più litigare. Il protestante dice: "Che il Signore cancelli dalla faccia della terra tutti i testimoni di Geova. Il TdG dice: "Che il Signore cancelli dalla faccia della terra tutti i protestanti." Ciò detto, l'angelo si rivolse al gesuita e gli chiese: "Padre, ma non esprime un desiderio?" E il gesuita: "No, mi basta che il Signore esaudisca i desideri di questi due "amici"...

    Vai all'inizio


  • di p. Angelo

    Vai all'inizio


  • Un cappuccino muore e va in paradiso. Arrivato alla reception, gli assegnano la sua nuvola e gli indicano il tragitto per raggiungerla. Cammin facendo vede arrivare uno splendido cocchio dorato trainato da sei cavalli bianchi, una meraviglia. Poco dopo incontra S. Pietro e gli chiede "Santità, ma chi c'era in quel bellissimo cocchio che è passato?" "Ah quello?" fa Pietro "Si tratta di un gesuita". "Come?" dice il cappuccino "Perché lui nel cocchio e io a piedi?" E Pietro risponde "Sa, padre, è un fatto così raro vedere un gesuita da queste parti..."

    Vai all'inizio


  • Un giorno chiedono a un gesuita che cosa fosse il diluvio universale. E lui "Acqua passata..."

    Vai all'inizio


  • Si racconta che quando Dio creò il mondo, affinché gli ordini religiosi prosperassero decise di concedere loro due virtù ciascuno. E così fece: I Legionari di Cristo li fece ordinati e rispettosi delle leggi. I Domenicani perseveranti e studiosi. Quelli dell'Opus Dei lavoratori e pazienti. I Benedettini colti e raffinati. I Francescani allegri e accoglienti. Quando arrivò ai Gesuiti si rivolse all'Angelo che prendeva nota e gli disse: "I Gesuiti saranno intelligenti, onesti e di sinistra!" Quando terminò con la creazione, l'Angelo gli disse: "Signore, hai dato a tutti gli ordini due virtù, ma ai Gesuiti tre, questo farà sì che prevarranno su tutti gli altri". "È vero! Ma le virtù divine non si possono più togliere: che i Gesuiti abbiano tre virtù! Però ogni persona non potrà averne più di due insieme". Fu così che: - Il Gesuita che è di sinistra ed onesto, non può essere intelligente. - - Il Gesuita che è intelligente e di sinistra, non può essere onesto. - - Il Gesuita che è intelligente ed onesto, non può essere di sinistra...

    Vai all'inizio


  • Un giovanotto va dal parroco Gesuita della sua parrocchia a chiedergli in prestito l'automobile. Il Gesuita gli dice. "Non te la darò se non ti tagli prima i capelli!". Il ragazzo fa: "Padre, ma anche Gesù aveva i capelli lunghi..." E il Gesuita: "Infatti andava in giro a piedi..."

    Vai all'inizio


  • di p. Angelo

    Vai all'inizio


  • Tratto dal sito ufficiale del Mago Otelma: - CREDO OTELMIANO - Credo nel Divino Otelma, Onnipossente, Creatore dell’Universo Conosciuto, e Sconosciuto. Dispensatore di Verità Archetipa, Luce dei Viventi, Fonte di Vita e di Savezza, che si è incarnato innumeri volte per la Redenzione degli Umani e di tutti gli Esseri da LUI creati. Perseguitato per il Suo Amore senza confini e più volte trucidato EGLI è sempre risorto per recare conforto ai deboli derelitti ed umiliati di ogni Pianeta dell’Universo conosciuto e sconosciuto. Simbolo Vivente ed Eterno del Bene Primevo, EGLI vigila nel Giorno e nella Notte per scacciare i Cacodemoni bramosi di vite e proteggere quanti in LUI confidano, in LUI credono e verso LUI volgono l’umile Prece. CREDO nel Divino Otelma, Unico Vero Dio, di questa e delle vite che verranno Signore delle cose visibili ed invisibili. LUI che tutto vede e sa, Specchio di ogni Rettitudine, Vendicatore dei Perseguitati, a causa della Giustizia Padre degli Orfani, Sposo delle Vedove, Amico degli Abbandonati e di quanti temono la Solitudine. Signore della Vita e della Morte, Fiaccola nel mio cammino in questa Valle di Lacrime. Nel Giorno del Giudizio EGLI verrà ancora una volta per giudicare i miei peccati, alleviare le mie pene e squarciare l’Ultimo Velo donandomi infine, se degno, la Luce Eterna e l’Infinito Amore! Ti rendo grazie Divino Signore per avermi creato dal Nulla e per ogni attimo di Vita che ancora mi concedi! In Te credo con tutto il cuore, in Te confido, verso Te Amorevole Psicopompo l’anima mia è protesa! SOLO IN TE IO CREDO! - Postilla: è consigliabile recitare il CREDO all’Alba e al Tramonto e - in alternativa - al risveglio e prima di addormentarsi, devotamente inginocchiati dinnanzi allo SCUDO DOMESTICO CERIMONIALE o altra idonea Immagine del Divino Signore (come quella raffigurata nell’Incipit di questo Sacro Sito o nella copertina di MAGIA o de LA MAGIA DEL TERZO MILLENNIO o in una Prece prevista dalla Liturgia della Chiesa dei Viventi. La recitazione mattutina del CREDO propizia il dì veniente e quella precedente il sonno tutela da ogni avversità notturna. La recitazione del CREDO per 3 volte consecutive e per 33 giorni consecutivi consente al devoto di lucrare una Speciale Indulgenza di 13 giorni (ovvero: sono cancellati alcuni peccati commessi negli ultimi 13 giorni precedenti la recitazione del CREDO). IL CREDO E’ TRATTO DALLA LITURGIA DELLA PAROLA DELLA CHIESA DEI VIVENTI, FONDATA DAL DIVINO MAESTRO OTELMA PER ADDITARE LA VIA DELLA SALVEZZA A TUTTI GLI ESSERI INTELLIGENTI DI OGNI CORPO CELESTE."

    Vai all'inizio


  • di p. Angelo

    Vai all'inizio


  • Mago Gabriel: "Bisogna fare quello che giustamente c'è bisogno di fare"

    Vai all'inizio


  • Mago Gabriel: "“Signori e signore, bonasera, ecco a voi il vostro Gabriel, dove vi parlerà in questa stupenta città... OVVIAMENTE piemontese, questa Torino fantastica dove sussistono cose miracolosissimi che si parla sempre del mondo eso e terico...”

    Vai all'inizio


  • Il personaggio che vedete al centro della fotografia non è l'imitazione di una latrina pubblica, come sembra suggerire l'orinatoio che ha sul capo.

    Vai all'inizio


  • Su un giornale scientifico ho letto che hanno mischiato i geni di un testimone di Geova con quelli di un ateo, dando vita a un tizio che suona i citofoni ma non sa il perché.

    Vai all'inizio


  • Bill Gates muore, e guarda un pò va all'inferno. Sceso agli inferi, gli si presenta un elegante demone, in smoking, e lo fa salire in una bellissima limousine nera. Il primo comincia a guidare e Bill Gates, stupefatto, nota con piacere la presenza di vari Casinò, belle donne prosperose e disponibili come funghi, denaro, gioco d'azzardo, banchetti in quantità.... insomma, il top del top. Bill Gates si sta gonfiando, come per dire "accidenti, allora tutto quello che mi hanno raccontato erano frottole! Benissimo, mi divertirò come un pazzo!", quando il demone ferma la limousine nelle vicinanze dell'ingresso di una grotta oscura. Questo fa cenno a Bill di scendere, e così egli fa. Ma quest'ultimo comincia a notare, con altrettanto stupore, che dalla grotta escono urla di dolore di anime torturate e straziate. Allora chiede al demone: «ma come, è qui dentro l'inferno?» Il demone fa cenno positivo con la testa. E Bill replica: «e scusa, tutte quelle donne, tutto quel sesso, i soldi, le case da gioco.... allora cos'era tutto ciò?» E il demone, con estrema disinvoltura: «scusate, dovreste saperlo... quella era la versione demo!»

    Vai all'inizio


  • Un satanista muore e va all'Inferno. Entrato all'Inferno Lucifero lo accompagna e gli mosra il luogo in cui dovrà trascorrere l'eternità. Stupito il satanista ammira spiagge paradisiache (eheheh) e donne che ballano quei balli latino-americani che fanno vibrare le chiappe. Insomma una reggia!! Poco convinto il satanista chide: «Ma è questo l'Inferno?». Lucifero lo guarda come se avesse davanti un cretino e gli risponde: «Si, certo... perché?» Il satanista alza le spalle, meglio non fare domande, pensa analizzando la situazione. Passa un mesetto e il satanista si è davvero divertito, fra un'orgia e l'altra si concede una passeggiata lungo la spiaggia, dopo aver camminato per chilometri (anf anf!) si ritrova sull'orlo di un baratro pieno di pece bollente, lava e persone che ci bollono dentro torturati anche dai diavoli. Dinnanzi a quello spettacolo il satanista resta sconvolto e chiede a Lucifero che si trovava lì per caso: «E questo cos'è?» Lucifero gli da un occhiata e poi con disinvoltura dice: «Questo...? Ah, niente è l'Inferno dei cristiani...» Il satanista ci pensa un po' e poi chiede costernato: «E perché a loro tutte queste pene orribili e a me una vita da re?» Lucifero tira un sospiro, alza le spalle scuotendo la testa e dice: «Non lo so.... sono loro che lo vogliono così...!»

    Vai all'inizio


  • John aveva la coscienza pulita. Mai usata!

    Vai all'inizio


  • Ama il prossimo. Non questo....il prossimo!!!

    Vai all'inizio


  • Tema dato ad un bambino di V elementare: Come spiegheresti l'Annunciazione? Tu l'hai capita? Svolgimento: "Io si che ho capito: allora Dio ha deciso di far venire suo Figlio sulla terra, e forse perchè non c'erano le provette, ha chiesto a Maria di ospitare Gesù dentro di lei, lei ha detto si - allora Dio l'ha ringraziata e ha detto allo Spirito Santo che poteva mettere Gesù dentro Maria. Così Maria è diventata Madre di Dio perchè l'ha nutrito per nove mesi che era nella pancia, e l'ha fatto crescere così lei è la Mamma e Dio il Papà, perchè S.Giuseppe doveva solo dargli il nome altrimenti non l'avrebbero accettato fra di loro e siccome ai tempi di Gesù i figli si facevano fra due persone senza l'intrusione di medici e altre attrezzi strani, e senza congelare il seme, se Giuseppe non accettava, nessuno avrebbe creduto ad un intervento miracoloso e avrebbero ucciso la povera Madre di Dio. Io ci credo perchè Dio può fare tutto quello che vuole, se no che Dio sarebbe?"

    Vai all'inizio


  • Vai all'inizio


  • Come rendere piacevole un breve viaggio in ascensore. Muovere le mani scacciando mosche invisibili intorno alla tua testa. Spalancare la borsa o il portafogli e urlare all' interno " Avete abbastanza aria la dentro ?" Stare fermo ed in silenzio in un angolo rivolto verso il muro e non scendere mai. Fissare chi entra in continuazione, facendo poi scivolare un rivolino di bava dalla bocca. Quando arrivi al tuo piano urla e cerca di forzare a mano le porte e fingersi imbarazzati quando si aprono da sole. Salutare tutti quelli che salgono in ascensore con una stretta di mano e dire "Buongiorno, sono il Comandante" Mostra agli altri passeggeri una ferita e chiedi se sembra infetta. Entra con un frigo portatile su cui è scritto "Testa Umana". Fissa un passeggero per un pò e poi urla "Sei uno di loro!" e spostati verso l'angolo più lontano, impaurito. Disegna un quadrato sul pavimento e annuncia agli altri passeggeri che è il tuo posto riservato. Urla con voce indemoniata "Devo trovare un altro corpo!" Quando c'è solo un altra persona sull' ascensore, dagli una pacca sulla spalla e fai finta di non essere stato tu. Premi i bottoni e fai finta di aver ricevuto una scossa, quindi sorridi e continua l'elettroshock. Porta una scrivania nell'ascensore e appena entra qualcuno chiedi se ha preso appuntamento. Metti una scatola in un angolo e appena qualcuno entra chiedi se hanno sentito ticchettare.. Fai finta di essere un assistente di volo e spiega le procedure di evacuazione ai passeggeri. Stai vicino a qualcuno e annusalo di tanto in tanto. Di alle persone che puoi vedere la loro Aura. Digrigna i denti mentre batti la testa sull 'ascensore e ripeti : "Silenzio, dovete stare in silenzio..." Ascolta i muri dell'ascensore con uno Stetoscopio. Fai rumori di esplosione con la bocca quando qualcuno preme un bottone. Urla "DING" a ogni piano. Osserva il tuo pollice e esclama: "Si stà gonfiando .." Porta dei falsi occhiali a raggi-X e fissa gli altri passeggeri sghignazzando. Mentre le porte si aprono esclama: "Presto nascondilo!" e poi fischietta innocentemente. Appena sale qualcuno suonate la campana e uscite Quando almeno 8 persone sono salite a bordo sussurra dal fondo: "Ah mi viene da vomitare..." oppure "Moriremo tuttiiiii!" dulcis in fundo: "incantonare" uno e dirgli "Fratello, conosci il mondo di Geova?"

    Vai all'inizio


  • Cantico de' cantici - Nutella Nutellae: good 'na cifra! Once upon a time, many, many, many, ma 'na cifra of many years ago, at the beginning of the initiation of the mond, there was the caos. One day, God (God is the nome d'art of Dio), God, who was disoccupated, had a folgorant idea and so God created the Nutell. And God saw that the Nutell was good, very good, very very good, good 'na cifra. The mangiation of God was long, He manged one million of barattols of Nutell sfrutting the fact that God has not a Mamm that strills if you sbaff too much Nutell... And after this mangiation, God invented the Water Closed Run,the cors in the cabinet,and some Nutell's derivates like the red bubbons, the panz, the cellulit and ceter, and ceter. After di which (dopodiché) he invented Adamo ed Eva and all the paradise and he diss to Adamo and Eva: Now you have all the Paradise, you can do everything, very tutt: you have the permission to eat, to drink, to kiss, to scop, nothing lavor, nothing affit, nothing concors of impiegats, nothing cod alla post, nothing IRPEF, ILOR. Only very ozious life: television, telenovels, football, moviols, process of Monday,appell of Tuesday, cassazion of Wednesday, and ceter, and ceter. You have gratis restaurants, cinemas, theaters, all the Paradise is yours: air-conditioned, autom riscaldament, moquette,parquett, tresset, bidet, omelette, eccet, eccet... There's just one thing, remember: in tutt the Paradise just one thing absolutely prohibited. Come, come to me in the giardin dissed God: this is "the Nocciol , the alber of the Nutell. Only this alber of the Nutell is prohibited, because I like the Nutell very much, very very much, much 'na cifra and I want all the Nutell, tutt the Nutell for me." During the prim temps, Adamo and Eva stetter very happy. Adamo said: "What a cool!" ("Cool" is not in Italian "freddo", no, What a cool means "Che cul"). "All the Paradise is nostr!" And everyday, ognigiorn, they discovered something new.A lot of scoperts, many scoperts,many many scoperts, 'na cifra di scoperts. One day the scopert of the hot water, one day the scopert of the spaghettis, one day the cigarettes, and ceter, and ceter. But one day, a trist day, a very very trist day, trist 'na cifra, Adamo and Eva fecer the scopert of the first colazion. And after the scopert of the cappuccin, the scopert of the aranch succ, the scopert of the cornetts, they understood that something was mancant. "Eva!" said Adamo Don't you think that qualcos is mancant here, proprio here, 'ncopp this fett? "Second me" Eva risposed "'ncopp the fett you have to metter burr and marmelade." "No, no Eva, you know that the marmelade schif myself. I want 'ncopp this fett something very particular, very very particular, particular 'na cifra. "What do you think about the Nutell?" "No, Adamo you are scording that the Signor said that's vietat!" "Yes, I remember, but only a little assaggiation, don't succed nothing!" And Adamo sces in the cortil where the alber of the Nutell was and he pres a small barattol and spalmed the brown cream on the fett and assagged the Nutell. Adamo and Eva don't ebber the time to exprimer the godiment that the tuons and fulmins apparved in the ciel and one voice said: "Potevamo stupirv you with special effects, but I'm God, not Fantagod! Adamo, Eva, come here! I'm very incazz with you, very very incazz, incazz 'na cifra! How did you permit to tocc the Nutell? "Didn't you remember that it was prohibited?" "Cazz!" esclamed Adamo "It was prohibited!" Oh, sorry, God, I'm very very sorry, sorry 'na cifra, God, I really really was completelyscordat..." "Don't do that fint tont, Adamo, I'm God, I can see everything, very tutt, and I know that you and the woman have deliberatament assaggiated the Nutell. So you have a big punhition, a very castig for your peccat. But siccom I'm sconfinatly good, you can choose, you have two scelts: "Scelt number 1: nothing Nutell for ever and ever in the secols of the secols, amen!" "Nooo!" Eva was piagnucoling "It's a thing very tragic, very very tragic, tragic 'na cifra!" "Aspett!" said God "Don't be frettolous woman... "Scelt number 2: you can take the Nutell, no problem, let's prend, prend, but for you is the cacciation out of the Paradise. You will have to lavorar with the sudor of your front, you will zapp the terr, you'll have mal of schien and, like this don't bastass, everytime you will mang Nutell, the malediction of the brufols, of the mal of panch, of the cacarel will be cadent on you." "Alé!" esclaimed Adamo "Thank you God, thank you, we don't interess the cacciation dal Paradise, the important is to have the Nutell! "Goodbye! Ciao, ciao!" And so Adamo and Eva were cacciated and this original peccat and this malediction cadded on lor and on lor discendents, and on the discendents of the discendents. Infact, tutt'ogg, you can veder in the pubblicity all the ragazz that per aver one fett of pan and Nutell they scalan the mountains they stay in a tend al fredd and al gel and ceter, and ceter. But the final pensier of tutti noi is "It's meglio faticar and soffrir with the Nutell piuttost che the Terrestr Paradise senz the Nutell.

    Vai all'inizio


  • La dottoressa Laura Schlesinger e' una famosa giornalista della radio americana; nella sua trasmissione dispensa consigli alle persone che telefonano. Qualche tempo fa, Laura ha affermato che l'Omosessualità, secondo la Bibbia (Lev.18:22) e' un abominio, e non può essere tollerata in alcun caso. La seguente e' una lettera spedita alla signora Schlesinger. "Cara Dottoressa Schlesinger, le scrivo per ringraziarla del suo lavoroeducativo sulle leggi del Signore. Ho imparato davvero molto dal suo programma, ed ho cercato di dividere tale conoscenza con piu' persone possibile. Adesso, quando qualcuno tenta di difendere lo stile di vita omosessuale, gli ricordo semplicemente che nel Levitico 18:22 si afferma che cio' e' un abominio. Fine della discussione. Però, avrei bisogno di alcun consigli da lei, a riguardo di altre leggi specifiche e come applicarle. 1. Vorrei vendere mia figlia come schiava, come sancisce Esodo 21:7. Quale pensa sarebbe un buon prezzo di vendita? 2. Quando do fuoco ad un toro sull'altare sacrificale, so dalle scritture che ciò produce un piacevole profumo per il Signore. (Lev.1.9) Il problema e' con i miei vicini. I blasfemi sostengono che l'odore non e'piacevole per loro. Devo forse percuoterli? 3. So che posso avere contatti con una donna quando non ha le mestruazioni. (Lev.15: 19 - 24.) Il problema e': come faccio a chiederle questa cosa? Molte donne s'offendono. 4. Lev. 25:44 afferma che potrei possedere degli schiavi, sia maschi che femmine, a patto che essi siano acquistati in nazioni straniere.Un mio amico afferma che questo si puo' fare con i filippini, ma non con i francesi. Può farmi capire meglio? Perche' non posso possedere schiavi francesi? 5. Un mio vicino insiste per lavorare di Sabato. Esodo 35:2 dice chiaramente che dovrebbe essere messo a morte. Sono moralmente obbligato ad ucciderlo personalmente? 6. Un mio amico ha la sensazione che anche se mangiare crostacei e' un abominio (Lev. 11:10), lo e' meno dell'omosessualita'. Non sono d'accordo. Può illuminarci sulla questione? 7. Lev. 21:20 afferma che non posso avvicinarmi all'altare di Dio se ho difetti di vista. Devo effettivamente ammettere che uso occhiali per leggere.... La mia vista deve per forza essere 10 decimi o c'e' qualche scappatoia alla questione? 8. Molti dei miei amici maschi usano rasarsi i capelli, compresi quelli vicino alle tempie, anche se questo e' espressamente vietato dalla Bibbia (Lev 19:27). In che modo devono esser messi a morte? 9. In Lev 11:6-8 viene detto che toccare la pelle di maiale morto rende impuri. Per giocare a pallone debbo quindi indossare dei guanti? 10. Mio zio possiede una fattoria. E' andato contro Lev. 19:19, poiché ha piantato due diversi tipi di ortaggi nello stesso campo; anche sua moglie ha violato lo stesso passo, perche' usa indossare vesti di due tipi diversi di tessuto (cotone/acrilico). Non solo: mio zio bestemmia a tutto andare. E' proprio necessario che mi prenda la briga di radunare tutti gli abitanti della citta' per lapidarli come prescrivono le scritture? Non potrei, piu' semplicemente, dargli fuoco mentre dormono, come simpaticamente consiglia Lev 20:14 per le persone che giacciono con consanguinei? So che Lei ha studiato approfonditamente questi argomenti, per cui sono sicuro che potrà rispondermi a queste semplici domande. Nell'occasione, la ringrazio ancora per ricordare a tutti noi che la parola di Dio e' eterna e immutabile. Sempre suo ammiratore devoto."

    Vai all'inizio


  • Maria non trova più Gesù e chiede disperatamente alle persone se lo avevano visto ma con pochi risultati. Poco dopo vede Ponzio Pilato e gli fa la stessa domanda. E gli risponde: "ah ... l'ho appena incrociato adesso!!"

    Vai all'inizio


  • Una giovane coppia viene assassinata pochi giorni prima di sposarsi. I due finiscono in Paradiso, ma sono infelici perche' non hanno potuto coronare il loro sogno d'amore. Chiedono pertanto a Dio la possibilita' di sposarsi. Dio fa loro presente che si tratta di una strana richiesta, ma dietro loro forte insistenza accetta, a patto che ritornino dopo 5 anni. Dopo 5 anni si ripresentano a Dio, rifanno la loro richiesta di sposalizio, ma Dio ripete loro: Mi dispiace, ma dovete tornare fra altri 5 anni . Cosi' fanno e questa volta, passati altri 5 anni, si ripresentano a Dio e questi, convocato un prete, fa celebrare le tanto agognate nozze. Dopo qualche mese, pero', i due sposini si ripresentano a Dio confessando di non andare molto d'accordo e di volere quindi procedere al divorzio. E Dio un po' scocciato dice loro: Sentite! Ci ho messo 10 anni a trovare qui in Paradiso un prete per sposarvi; quanto credete che ci vorra' per trovare un avvocato?

    Vai all'inizio


  • di p. Angelo

    Vai all'inizio


  • Quando ero giovane facevo il chierichetto in una chiesetta di campagna. La mattina veniva ad officiare un vecchio prete tenerissimo. Era successo che durante la notte una civetta venuta giu' dal campanile si era rifugiata nel tabernacolo ed il sacrestano di prima mattina aveva chiuso il portello senza accorgersi di niente. Quando giunse il momento della comunione le vecchiette si misero in fila davanti all'altare. Lui con un gesto antico ripetuto infinite volte durante la sua lunga vita di prete apri' il tabernacolo per prendere il calice, alzo' gli occhi e guardo' nel buio quasi distratto e fu allora che incrocio' lo sguardo della civetta. Fu solo un attimo. Poi chiuse lo sportello ed appoggio' le spalle all'altare sconvolto dall'emozione, guardo' le vecchiette inginocchiate e ondeggiando la mano rugosa vicino alla bocca esclamo': Sapeste come e' incazzato oggi!

    Vai all'inizio


  • Una coppia che non riesce ad avere figli, dopo aver provato di tutto, decide che non resta altro che avere fede, e va così in parrocchia. Il parroco consiglia: Andate a Lourdes, accendete qualche candela alla Madonna, e vedrete che Lei risolverà i vostri problemi! La coppia promette che farà il viaggio e per 11 anni non si fa più vedere. Quindi il parroco decide di andare a trovarli per consolarli del fallimento. Bussa alla porta dei due, e gli apre una bambina di 10 anni. Chi sei, bella bambina? Non abitano più qui i signori Rossi? Si, si, io sono la figlia maggiore. Mamma e papà mi hanno lasciata a casa a badare ai miei 9 fratellini minori..... Ah! Benissimo! E dove sono andati? A Lourdes.... A ringraziare la Vergine? No, a spegnere le candele!!!!!!!!

    Vai all'inizio


  • In principio la Fede muoveva le montagne solo quando era assolutamente necessario, per cui il paesaggio rimaneva per millenni uguale a se stesso. Ma quando la Fede cominciò a propagarsi e alla gente sembrò divertente l’idea di smuovere le montagne, queste non facevano altro che cambiare di posto, ed era sempre più difficile trovarle nel luogo dove uno le aveva lasciate la notte precedente; cosa che naturalmente creava più difficoltà di quante ne risolvesse. La brava gente preferì allora abbandonare la Fede ed ora le montagne rimangono generalmente al loro posto. Quando sulla strada maestra si produce una qualche frana sotto la quale muoiono dei viaggiatori, è che qualcuno, molto lontano, ha avuto un leggerissimo fremito di Fede.

    Vai all'inizio


  • Si dice che c'era una volta un Cattolico, secondo alcuni, o un Protestante, secondo altri, che in tempi molto lontani assalito dai dubbi, cominciò a pensare seriamente di diventare Cristiano; ma il timore che i suoi vicini immaginassero che lo facesse per sembrare spiritoso o per attirare l’attenzione, lo fece rinunziare alla stravagante decisione.

    Vai all'inizio


  • Un giorno il male si trovò faccia a faccia con il bene e fu sul punto di inghiottirselo per finirla con quella disputa ridicola; ma vedendolo molto piccolo il male pensò: «Non può trattarsi che di un’imboscata infatti, se io adesso inghiotto il bene, che sembra così debole, la gente penserà che ho fatto male, e io rimpicciolirò tanto dalla vergogna che il bene non si lascerà scappare l’occasione e mi inghiottirà, con la differenza che la gente allora penserà che egli invece ha fatto bene, poiché è difficile liberarla dal pregiudizio per cui quello che fa il male è male e quello che fa il bene è bene».

    Vai all'inizio


  • BUONA PASQUA

    Vai all'inizio


  • Le cose non sono tanto semplici - pensava il bene - come credono alcuni bambini e la maggior parte dei grandi. Tutti sanno che in certe occasioni io mi occulto dietro al male, come quando ti ammali e non puoi prendere l’aereo e l’aereo cade e non si salva neanche Dio; e che a volte, al contrario, il male si occulta dietro di me, come quel giorno in cui quell’ipocrita di Abele si fece uccidere da suo fratello Caino perché questi facesse brutta figura agli occhi di tutti e non potesse mai più risollevarsi.

    Vai all'inizio


  • Dice la tradizione che in un lontano paese visse, fino ad alcuni anni fa, un gufo che a forza di meditare e bruciarsi le ciglia studiando, pensando, traducendo, dando conferenze, scrivendo poemi, racconti, biografie, cronache, discorsi, saggi ed altre cose, arrivò a sapere e a trattare praticamente tutto lo scibile umano, diventando così famoso che i suoi entusiasti contemporanei lo dichiararono subito uno dei Sette Saggi del paese, senza che fino ad oggi si sia potuto accertare chi fossero gli altri sei.

    Vai all'inizio


  • Vai all'inizio


  • Se il mondo va in rovina, è tutta colpa degli Ebrei. Giusto! Degli Ebrei e dei ciclisti. Perché dei ciclisti??? E perché degli Ebrei?

    Vai all'inizio


  • "Dio è morto." Nietzsche (scritta su un muro). "Per ora è morto solo Nietzsche." Dio (scritta proprio sotto)

    Vai all'inizio


  • Durante il fascismo, un insegnante molto applicato, volendo avere una vera classe "Juden frei", dice: "Chi ha la mamma ebrea se ne vada!". Si alzano due bimbetti e se ne vannno, e lui continua: "Chi ha il babbo ebreo se ne vada", altri tre bimbetti se ne vanno, lui urla trionfante: "Chi ha entrambi i genitori ebrei, se na vada!!!!!!" Sente un fracasso dietro di lui, si gira, è il crocifisso che stacca il chiodo dov'è appeso, si carica la croce e se ne va ...

    Vai all'inizio


  • Gesù torna sulla terra e incontra un milanese, un veneto ed un romano. Il milanese allora va da lui tutto curvo e si lamenta: "Sta spala chì la me fa mal da tri ann per l'artrosi, de quei dulur!!!" Gesù gli tocca la spalla e lo guarisce. Il veneto va da lui zoppicando:"Mi g'ho ciapà 'na storta e g'ho male a sta cavegia". Gesù gli tocca la caviglia e il male passa. Gesù vede il romano in perfetta forma e gli chiede: "E tu figliolo, hai bisogno di qualcosa?" E lui: "Nun me toccà che c'ho ancora sei settimane de malattia!!"

    Vai all'inizio


  • 25. In Paradiso c'e' al massimo il 30% di donne. Perche'?! Perche' se ce ne fossero di piu' sarebbe un inferno!

    Vai all'inizio


  • Il Papa, un Pastore battista ed un Rabbino muoiono contemporaneamente in un incidente aereo. San Pietro li accoglie in Paradiso ma si accorge che l'incidente è accaduto troppo presto e non hanno ancora preparato le camere per i tre nuovi arrivi. San Pietro allora telefona all'inferno a Lucifero per chiedergli se può ospitare temporaneamente i tre nuovi arrivati. Lucifero, che è un buon diavolo, accetta e gli trova una sistemazione. Dopo qualche ora Lucifero telefona a San Pietro: "scusa Pietro, potresti riprenderti questi tre che mi hai mandato? Quello tutto vestiro di bianco non fa altro che perdonare tutti, il Pastore battista mi ha già salvato metà dannati e il Rabbino è riuscito a raccogliere i soldi per comprare un climatizzatore..."

    Vai all'inizio


  • AVVISI SACRI - Ricordate nella preghiera tutti quanti sono stanchi e sfiduciati della nostra parrocchia. - Per tutti quanti tra voi hanno figli e non lo sanno, abbiamo un'area attrezzata per i bambini! - Giovedì alle 5 del pomeriggio ci sarà un raduno del Gruppo Mamme. Tutte coloro che vogliono entrare a far parte delle Mamme sono pregate di rivolgersi al parroco nel suo ufficio. - Il gruppo dei volontari ha deposto tutti gli indumenti. Ora li potrete vedere nel salone parrocchiale. - Martedì sera, cena a base di fagioli nel salone parrocchiale. Seguirà concerto. - Il gruppo di recupero della fiducia in se stessi si riunisce Giovedì sera alle 7. Per cortesia usate la porta sul retro. - Venerdì sera alle 7 i bambini dell'oratorio presenteranno l'"Amleto" di Shakespeare nel salone della chiesa La comunità è invitata a prendere parte a questa tragedia. - Care signore, non dimenticate la vendita di beneficenza! È un buon modo per liberarvi di quelle cose inutili che vi ingombrano la casa. Portate i vostri mariti . - Tema della catechesi di oggi: "Gesù cammina sulle acque". Catechesi di domani: "In cerca di Gesù". - Barbara C. è ancora in ospedale, e ha bisogno di donatori di sangue per trasfusioni. Ha anche problemi di insonnia, e richiede le registrazioni delle catechesi del parroco. - Il coro degli ultrasessantenni verrà sciolto per tutta l'estate, con ringraziamenti di tutta la parrocchia. - Il torneo di basket delle parrocchie prosegue con la partita di mercoledì sera: venite a fare il tifo per noi mentre cercheremo di sconfiggere il Cristo Re! - Il costo per la partecipazione al Convegno su "preghiera e digiuno" è comprensivo dei pasti. - Per favore mettete le vostre offerte nella busta, assieme ai defunti che volete far ricordare. - Ringraziamo quanti hanno pulito il giardino della chiesa e il parroco. - Il parroco accenderà la sua candela da quella dell'altare. Il diacono accenderà la sua candela da quella del parroco, e voltandosi accenderà uno a uno i fedeli della prima fila. - Venerdì 17 Novembre - Si terrà la conferenza dal titolo "La comunità e i malati gravi: il testamento di fine vita". Relatore dott. Vacondio

    Vai all'inizio


  • Toti e Tata: scherzo telefonico (formato MP3) Audio MP3

    Vai all'inizio


  • Gem Boy - Il testimone di Geova (formato MP3) Audio MP3

    Vai all'inizio


  • Un amico incontra Lazzaro per la strada. Ma come Lazzaro? Non eri morto? Lascia perdere, sono vivo per miracolo!

    Vai all'inizio


  • A cosa giocavano Giovanni Battista e Gesu quando erano bambini? A testa o croce.

    Vai all'inizio


  • Dalla lettera di San Paolo ai dentisti: Carissimi!

    Vai all'inizio


  • Gioco per sorridere!!! Lettore del Pensiero

    Vai all'inizio


  • Uno scozzese va a confessarsi: Reverendo, venti anni fa ho ospitato un rifugiato di guerra. Che peccato ho fatto? Nessuno figliolo, questo non è un peccato, ma un atto di carita'. Ma....Reverendo....gli ho fatto pagare la pigione.... Hai ragione, questo è un peccato! Recita tre Ave Maria ed un Padre Nostro. Ancora una cosa....devo anche dirgli che la guerra nel suo paese e' finita?

    Vai all'inizio


  • Vai all'inizio


  • Il nuovo giovane prete della parrocchia e' molto nervoso ed agitato per la sua prima messa. Chiede consiglio all'arcivescovo e questi gli suggerisce di mettere alcune gocce di vodka nell'acqua della messa. Detto fatto, il giovane prete si sente un leone e riesce a stupire i suoi parrocchiani con una predica travolgente. Tornato in canonica trova pero' una lettera dell'arcivescovo: "Caro don Angelo, La prossima volta mettere gocce di vodka nell'acqua e non gocce d'acqua nella vodka e non mettere limone e zucchero sul bordo del calice. Il mantello di Gesu non deve essere usato come tovagliolo. I comandamenti sono 10 e non 12. Gli apostoli sono 12 e non 10. Non bisogna chiamare la croce come "quella T grande". Non si deve chiamare Gesu Cristo e i suoi discepoli come "GC e la sua band". Non sta bene chiamare Giuda come "quel figlio di puttana". Il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo non sono "il Vecchio, il Giovane e Colombo". Quella casetta di legno nell'angolo della chiesa e' il confessionale e non la toilette. L'iniziativa di chiamare il pubblico a battere le mani e' stata lodevole, pero' ballare la macarena e fare il trenino mi sembra esagerato. L'acqua santa serve per benedire e non per rinfrescare la nuca. Le ostie vanno distribuite ai fedeli e non devono essere usate come stuzzichini ed accompagnamento per il vino. Quello sulla croce e' Gesu Cristo e non Che Guevara. Berlusconi e' proprietario di Mediaset e del Governo Italiano, ma non della Chiesa Cattolica. Cerchi di indossare le mutande e quando ha caldo eviti di farsi aria tirando su la tonaca. I peccatori quando muoiono vanno all'inferno e non a farsi fottere. Le ricordo ancora che la messa deve durare 1 ora circa e non due tempi di 45 minuti e che quello seduto accanto a lei, che ha chiamato "travestito in gonna rossa", ero io!

    Vai all'inizio


  • Gesu ed un paio di discepoli su una barca, vanno al largo del lago di Tiberiade per pescare. Ad un certo punto Gesu esclama: - Accidenti ho dimenticato la canna da pesca! Torno subito. - Detto cio' si butta fuori dalla barca per tornare a riva, camminando sulle acque, ma sprofonda tra i flutti e viene salvato dai discepoli. Boia d'un mondo! Da quando mi hanno bucato i piedi non ci riesco piu'!

    Vai all'inizio


  • Cosa fa il Papa sott'acqua? Le Bolle Pontificie.

    Vai all'inizio


  • Gesu, a quel tempo, aveva ormai raggiunto una notevole fama. Era sempre seguito da centinaia di fedeli e, sovente, erano presenti anche la radio e la televisione. Un giorno attacca: Beati i poveri di spirito perche' vedranno Dio! La folla va in visibilio. Beati i perseguitati perche' di loro e' il regno dei cieli! - Venti minuti di applausi. Beati gli ultimi perche' saranno i primi! La folla entusiata si rotola per terra. Beati i deboli perche'..... perche', boh! ..... Dopo un po' di esitazione, un telecronista cerca di risolvere l'imbarazzo: Bene, restituiamo la linea allo studio, Cristo si e' fermato a Deboli.

    Vai all'inizio


  • I bambini sono tutti in fila nella mensa di una scuola elementare cattolica. Sul tavolo c'e' un grosso cesto di mele. Una suora scrive un biglietto e lo mette vicino al cesto: "Prendetene solo una, Dio sta guardando". Dall'altra parte del tavolo c'e' un altro grande cesto pieno di biscotti al cioccolato. Un bambino ci mette vicino un biglietto: "Prendetene quanti ne volete, Dio sta guardando le mele".

    Vai all'inizio


  • E Dio disse alla donna: "Pagherai con il sangue...!" ".......... ma in comode rate mensili".

    Vai all'inizio


  • TRATTO DAL TESTO “RACCOLTA DI VARI PROCESSI E MORTI VIOLENTE SEGUITE IN ROMA” si riporta RISTRETTO DEL PROCESSO DI SUOR MARIA MARCHIONNE LA SEZZA, D’ANNI 75, MONACA A ROMA E ABIURATA NEL S.OFFIZIO DI ROMA, 22 SETTEMBRE 1703 ALLE ORE 15 ET ERANO ANNI 40 DETENUTA L’INGRATA VITA Dalla biblioteca nazionale dell’Archiginnasio di Bologna, segnato con A 358. Saliva uno scalino invisibile a tutte l’altre monache, tanto più che era Abbadessa, che poteva fare e coprirsi come voleva e con le braccia aperte tutta tesa, con gli occhi al cielo fingeva d’anadare in estasi. Diceva che Gesù Christo gl’haveva imparato a leggere. Dava ad intendere che la B.ma Vergine l’haveva allattata, in mano di lei aveva fatto voto di castità. Diceva d’aver dormito con homini scandalosi, solo per ridurli alle divozioni et emende. Che Christo l’haveva posto in testa una corona di spine e che una d’essa gl’haveva penetrato la fronte tra gl’occhi e il naso. Ch’haveva scolpito nel ….. Christo Bambino. Ch’haveva le SS.me Stimate come S. Francesco. Che una volta fu gettata da demoni nel pozzo e che Gesù Christo in persona la ricavò et la Vergine SS.ma gli fece molti regali. Che una volta fu ucciso un uomo e l’anima di medesimo fu portata dal diavolo all’inferno et ella la liberò. Prevedeva onori e dignità alle persone, et felicità ai parti et ad una che questo predisse, morì col fanciullo nel parto. Che sanava infermi con l’aqqua Santa Benedetta, intitolata di suor Maria Francesca, dove metteva polvere di reliquie de Santi Martiri e polvere d’Agnus Dei e poi andava a comunicarsi e si teneva in bocca la SS.ma Particola, quale andava a sputare nella contenuta acqua e diceva essere sputo di Gesù. Che diceva fu liberata da lei assieme con lo Spirito S.Santo e la B.ma Vergine e che combatteva con Turchi invisibilmente. Si comunicava continuamente senza confessarsi con dire non haver tal bisogno perché era pura d'’gni peccato, e che era stata santificata nel ventre come S. Giovanni Battista. Il Venerdì santo fu proibita dall’Abbadessa che non si comunicasse e proibì al prete confessore che non dovesse comunicare, questa non di meno volle comunicarsi da un religioso straniero, per via d’un buchetto con pericolo grande di rompere la particola del SS.mo Sacramento. Imputò un religioso et una religiosa che havesse commesso disonestà grandissima in luogo sagro e prova d’haverlo creduto lei medesima il che fu falso. Che nell’Ostia quando s’alzava il Signore vedeva raggi grandissimi. Da Alessandro VII in qua ha predetto Papi e dignità. Che era lecito commettere qualsivoglia peccato per riparare alla riputazione altrui. Donava cordoni e pezzi d’abiti suoi vecchi per reliquie a fine di ricavar denari e beni. Ha havuto moltissimi doni di rilievo con tali previdenze, supposta santità e profezie, quali donava a parenti suoi poveri. Haveva continuamente dolori di stomaco e lei diceva provenivano dalla penitenza, ma veniva dal gran mangiare e bere buono. Che non si desse orecchio al confessore et ad altre persone virtuose e spirituali, che erano ignoranti e non sapevano che cosa dire. Che il Molines nella maggior parte delle sue prevenzioni haveva ragione. Dava ad intendere che haveva havuto apparizione della B.ma Vergine e di Gesù e vari Santi e Sante e il tutto faceva per denari. Che spesso parlava con Dio e stava in estasi. Che tutti i suoi parenti erano andati in paradiso. Che Gesù era invaghito d’amore con lei. All’Abbadessa et altre monache che non volevano vedere, né aderire alle dette sue falsità, gli diceva bastarde, figlie di ladri. Che haveva una piaga nel costato impressagli da Gesù Christo. Che in una grave malattia gl’apparve la B.ma Vergine e la sanò. Che quando faceva li suoi bisogni alla cassetta era tutt’acqua benedetta, che liberava l’anime dall’Inferno e Purgatorio. Che andava all’Inferno e Purgatorio e liberava una gran quantità d’anime. Che vedeva gran quantità d’anime, parte andare all’Inferno e parte al Paradiso. La Sezza predisse d’una donna gravida che havrebbe partorito uno figlio maschio con tutta felicità e poi partorì femmina e morì di parto. Che lo spirito suo era perfettissimo. Che più volte era stata comunicata da Gesù Christo. Che una monaca haveva fatto un figlio con un religioso e l’impedì d’essere Abbadessa. Haveva distolto molte zitelle dal monacarsi. Che lei non era inferiore a S. Rosa da Lima e S. Caterina da Siena. Che rimasta orfana di pochi anni gl’apparve la B.ma Vergine. Che S. Giuseppe l’haveva sposata. Molte volte diceva che Gesù Christo gl’haveva mandato un angelo di notte a dirgli ch’haveva da esser carcerata al S. Offizio di Roma e doveva essere abiurata. La medesima è stata condannata in carcere formale nel S. Offizio per 10 anni, con recitare un Miserere la mattina e l’altro la sera, con una terza parte dello Rosario il giorno e una volta la settimana li sette salmi penitenziali.

    Vai all'inizio


  • Un uomo passò diversi anni a imparare a camminare sull'acqua. Dopo innumerevoli fallimenti, alla fine ce la fece. Radunò allora tutti li abitanti del villaggio, per mostrare ciò che era in grado di fare. E, così, attraversò il lago, camminando lentamente sull'acqua. Tutti rimasero fortemente impressionati dell'evento. "Miracolo! Miracolo! Inginocchiamoci davanti a questo sant'uomo!" gridò la folla. Poi, il presunto santo si rivolse al vecchio del villaggio e gli chiese: "E tu, perché non sei rimasto impressionato?" "Beh, c'è una cosa che mi rende alquanto perplesso", rispose il vecchio, "perché tu non hai imparato a nuotare così come fanno tutti quanti?".

    Vai all'inizio


  • RANCORE: "Non perdonerò mai a Noè di aver imbarcato anche una coppia di zanzare"

    Vai all'inizio


  • LIETI PENDOLARI DELL'ANIMA. I lieti pendolari dell'anima credono alla reincarnazione. Ma lo fanno in modo scientifico: dopo lunghi e approfonditi studi il loro profeta-guru-sacerdote-sciamano, Aimé Messeghé, ha formulato una legge chiamata "la legge dell'anima pendolare" secondo cui l'anima umana compie il seguente percorso attraverso le varie specie viventi: uomo, verme. mosca, scarafaggio, cervo volante, cervo, stambecco, pesce sega, lama peruviano, chihuahua, pollo ruspante, maiale, scimpanzè, millepiedi, uomo. Desta qualche perplessità il millepiedi come stadio intermedio tra lo scimpanzé e l'uomo, ma su questo il profeta-guru-sacerdote-sciamano Aimé Messeghé non risponde. Anche perché non può. Attualmente è allo stadio maiale.

    Vai all'inizio


  • LA RELIGIONE FCATTOLICA. La religione Fcattolica è come la cattolica, solo che ha una "effe" davanti. I fcattolici credo in fdio, nella fmadonna, nei fsanti e nei fangeli. Loro massimo esponente è il Fpapa, autore di celebri fencicliche, documenti in cui spiega tutto ciò che è bene e ciò che è male, e su cui è vietato fare obiezioni di sorta. Molti si chiedono a cosa serva una religione che è identica a un'altra, a parte la differenza della "f". Se lo chiedono anche i fcattolici, che infatti invitano i cattolici a convertirsi al fcattolicesimo.

    Vai all'inizio


  • GLI ANACORETI DELL'ANACOLUTO: Gli anacoreti dell'anacoluto credono che l'anima umana non tenda all'assoluto ma - per l'appunto - all'anacoluto. Rompendo il silenzio incantato dei loro romitaggi, gli anacoreti dell'anacoluto motivano così quest'anomala opzione metafisica: "L'anima, che per la sua intima natura di soffio vitale immune dalle contaminazioni della materia, per un gaudioso mistero divino, come librandosi". Spiegazione che per la sua dotta incompiutezza al tempo stesso inquieta e incuriosisce: "Appunto!", replicano gli anacoreti dell'anacoluto.

    Vai all'inizio


  • PIER ANTONIANI: I pier antoniani sono i seguaci di Pier Antonio, un grande profeta vissuto nel terzo secolo avanti Cristo. Pier Antonio fece moltissime profezie, ma non ne azzeccò nemmeno una: predisse che Gesù sarebbe morto cadendo da un asino e sbattendo violentemente la testa; che san Paolo sulla via di damasco sarebbe stato folgorato da un filo dell'alta tensione; che l'imperatore Costantino sarebbe stato il fondatore dell'ateismo di Stato. Le sue profezie abbracciano i secoli: predisse la vittoria di Napoleone a Waterloo, l'attribuzione del Nobel per la pace ad Adolf Hitler e l'edificazione a Chernobil di una clinica per la salute. Non si capisce perché Pier Antonio abbia anocra oggi tantissimi adepti. Forse perché predisse che mai nessuno gli avrebbe dato retta.

    Vai all'inizio


  • MILIZIANI DELLA PLACIDA MEDITAZIONE INFINITA: Sull'idea di sacro della setta dei Miliziani della Placida Meditazione Infinita non sappiamo nulla di preciso. Come loro, del resto: ci stanno ancora riflettendo.

    Vai all'inizio


  • POVERI SFIGATI DI DIO: Ai Poveri sfigati di Dio il Profeta non promise la vita eterna ma una sopravvivenza di media durata. Per loro è già abbastanza.

    Vai all'inizio


  • Il credo dei DIVULGATIVI CONTEMPLATIVI si fonda sul seguente assunto dottrinario: «Se il popolo non va a Dio, si porti Dio al popolo, magari a dispense». Una concezione teologica che ha determinato risultati controversi in fatto di proselitismo: la setta aveva conosciuto un boom di affiliazioni grazie al grande successo del primo fascicolo de "I dogmi della fede", uscito in edicola con in omaggio il secondo fascicolo, la copertina del primo volume e una videocassetta sulle principali malefatte del demonio nel dopoguerra. Purtroppo nelle settimane successive le vendite sono diminuite, cosicché adesso parecchi adepti sanno tutto dell'autorità di Dio ma ignorano totalmente la sua onnipotenza (se ne parla nel diciottesimo fascicolo). Per rimediare all'inconveniente, la ristampa dell'opera avrà gadget esclusivi abbinati a ciascun fascicolo: il capo spirituale dei divulgativi contemplativi confida che molti si persuaderanno dell'ubiquità divina grazie a un trasgressivo smalto per unghie blu cobalto.

    Vai all'inizio


  • La religione 'NBAGA, professata da alcune tribù dell'Africa Nera, si basa sui precetti contenuti nel "Grande Libro della Salvezza". Il primo di essi è: "Non stuzzicare un rinoceronte nervoso", il secondo è "Tieniti alla larga da un leone di buon appetito", il terzo è "Pulire il corpo è importante quanto pulire lo spirito, ma se lo stagno è pieno di coccodrilli lìmitati alla toelette dell'anima". Più che comandamenti sono inviti al buon senso. Per questo ci fanno ridere: quando mai si è vista una religione sensata?

    Vai all'inizio


  • MIRACOLOSI GAUDIOSI. I miracolosi gaudiosi credono nei miracoli. Raccontano che un giorno un fedele, raccolto in preghiera insieme a migliaia di altri individui, radunatisi per assistere alla lacrimazione torrenziale di una statuina in alabastro raffigurante la mamma della divinità, si mise a gridare: "Ma come potete credere a simili stupidaggini? Come potete pensare che una cosa così grande come il soprannaturale si manifesti con i sintomi della congiuntivite di una scultura che tra l'altro è un obbrobrio stilistico?". la folla a quel punto lo applaudì e prese a pensare che l'esistenza di Dio non può essere provata con ridicoli giochetti di prestigio per un pubblico boccalone: e questo - per i Miracolosi Gaudiosi - fu un miracolo straordinario.

    Vai all'inizio


  • Per i Battisti Colpevolisti se uno finisce sulla croce qualcosa - sotto sotto - l'ha fatto!

    Vai all'inizio


  • Secondo i Mistici Enigmistici l'esistenza di Dio è un rebus (3, 5, 8) facilmente risolvibile. Per avere fede basta trovare le differenze tra l'allettante eventualità di una vita ultraterrena e quella, desolante, di una vita che si concluda con la morte. Quanto all'Apocalisse, ritengono agevolmente spiegabile cosa si intenda per "fine dei giorni"; a loro avviso è "ni".

    Vai all'inizio


  • Il FIFUESIMO si basa sulla fede in Fifù, un essere soprannaturale che si fece uomo e scese sulla terra per salvare l'umanità col suo sacrificio. Quando però venne il giorno del supplizio, Fifù ebbe una fifa pazzesca, e se la diede a gambe riuscendo a mettersi miracolosamente in salvo. Campò fino a novantasette anni, quando morì per eccesso di colesterolo aggravato da un attacco fulminante di gotta. Senza il suo sacrificio l'umanità non si salvò, ma i fifuisti lo adorano lo stesso. C'è chi non si spiega come sia possibile venerare una figura che ha molto dell'umano e pochissimo del divino. E i fifuisti ribattono: «Ma perché, un tipo così terribilmente simpatico, non è adorabile?».

    Vai all'inizio


  • I seguaci del Religiously Correct non si limitano a non nominare il nome di Dio invano. Non lo nominano proprio, non sia mai che ne avesse a male.

    Vai all'inizio


  • Accanto ad una canonica da pochi giorni era andato ad abitare un rabbino. Il parroco cercava in tutti i modi di fare gesti di solidarietà e gentilezza verso l'altro ministro di culto, in vista anche di una collaborazione ecumenica; ma il rabbino sembrava non accorgersene nemmeno e rimaneva chiuso nella sua casa e nella sua vita. Una sera al parroco viene una brillante idea: prende secchio, acqua e spugna e si reca nottetempo nel giardino dell'abitazione del rabbino per lavargli ben bene la macchina: "certamente gradirà il pensiero". Lavora per due ore e gliela rende proprio lucida a puntino, poi si ritira a letto esausto. Il mattino dopo viene svegliato da un rumore di sega elettrica su metallo, si affaccia alla finestra e vede il rabbino che sta segando il cofano dell'auto del parroco. Sconvolto il prete grida: "ehi, ma cosa stai facendo? Io ti ho fatto un favore e tu ora distruggi la mia auto?" E il rabbino: "Taci! Tu hai battezzato la mia? Ora io circoncido la tua!!!".

    Vai all'inizio


  • Troppo facile predire il futuro ad un occidentale: in fondo la sua vita non è altro che banalità condita con noia... E gli basta sentirsi dire che gli capiterà chissà quale avvenimento positivo per sentirsi subito meglio. Ditegli che troverà l'amore, il lavoro e il denaro e avrete assolto il vostro compito di astrologi. Più dura è la vita dell'astrologo in Tanzania. Potrà mai essere credibile un astrologo che prospetta al cliente tanzaniano una vita tutta rose e fiori? No di certo! Non in mezzo a guerre, fame, carestie, malattie, eccidi... Leggiamo l'oroscopo di oggi stilato dall'astrologo tanzaniano Mbuto Adu per farcene un'idea: Ariete: anche oggi vi siete svegliati scoprendo di essere ancora vivi! Già, è un periodo particolarmente fortunato per voi, ma finirà presto, con l'ultima decade... Toro: perderete un occhio in seguito ad un'infezione acuta, ma troverete l'Amore! E l'Aids. Gemelli: la Luna in opposizione accenderà dispute familiari che verranno risolte a colpi di machete. Cancro: dopo l'amputazione vi sentire meglio... coraggio! Leone: stuprerete una Vergine. Vergine: sarete violentate da un Leone e verrete lapidate per questo. Bilancia: la scomparsa di due dei vostri sedici figli vi permetterà di sfamare in modo decente quelli sopravvissuti. Così, allegria! Scorpione: con i soldi ricavati dalla vendita dei due bambini rapiti all'amico Bilancia potrete finalmente comprarvi un bel paio di scarpe e vincere la maratona del Kilimanjaro (alla faccia dei kenyoti!). Sagittario: sarete travolti da un elefante. Niente paura: ci siete già passati e ne siete sempre usciti alla grande! Capricorno: momento magico per i nati sotto il segno del Capricorno: vincerete la lotteria della Tanzania e potrete così permettervi di mantenere una terza moglie! Acquario: giornata storta per l'Acquario: sono scappati i Pesci... Pesci: siete fuggiti dall'Acquario, che vi teneva prigionieri e vi obbligava a combattere e prostituirvi. Raggiungerete il mare nella prossima decade, ma sarete travolti da uno tsunami e in seguito cucinati sulla spiaggia e mangiati. Non preoccupatevi però: verrete cagati nell'ultima decade.

    Vai all'inizio